Visioni indiane. Dalla mitologia a Bollywood

Visioni indiane
Dalla mitologia a Bollywood
Rassegna cinematografica

 

6 luglio - 4 settembre 2005
Tutti i giorni ore 21.00
Terrazza delle Scuderie del Quirinale
ingresso fino ad esaurimento posti

 

Un lungo viaggio in 26 film, dal 1936 a oggi, alla scoperta della cultura e della civiltà dell'India. Dai maestri del cinema ai grandi successi popolari indiani, allo sguardo sull'India di Rosselini, Pasolini, Antonioni e Bertolucci, in una successione di visioni che esplorano il passato e il presente del subcontinente.
Il cinema indiano inizia con l’invenzione del secolo dei fratelli Lumière, con vicende tratte dalla mitologia religiosa, in particolare dal Mahabharata, in cui  l’amore divino tra Krishna, l’eterno amante, e Radha possiede un’aura magica. E’ l’inizio dell’età dell’oro del cinema popolare d'intrattenimento, ma anche educativo, che porta milioni di spettatori nel magico mondo delle divinità hindu, rendendoli sensibili ad una reinvenzione dell’identità culturale di una delle più grandi nazioni del pianeta.
L’India ha sedici lingue riconosciute, nella maggior parte delle quali sono attive produzioni cinematografiche, che la rendono, quantitativamente, la più grande industria cinematografica del mondo. La lingua hindi ha il posto d'onore, ma il cinema d'autore si è espresso sopratutto in bengali, in kannada, seguito dal malayalam.
A partire dagli anni Sessanta e Settanta, giovani autori influenzati prima dal neorealismo quindi dalla nouvelle vague, danno vita ad un cinema "parallelo" a quello commerciale, che li condurrà al riconoscimento internazionale del "nuovo cinema indiano".
Il cinema commerciale d'intrattenimento popolare hindi ha creato delle star, eroi di quel genere chiamato Bollywood (Bombay+Hollywood) il cui valore deve essere visto nel modo in cui questa "epica-mitica-tragicomica-supersexy-ottava-Masala-arte”, come anni fa Salman Rushdie definì il cinema hindi di Bombay, ha invaso tutti gli aspetti della cultura popolare, dal folklore tradizionale regionale ai videoclip, cassette, TV, internet, dalla moda al design, dal costume alla politica, influenzando in modo radicalmente nuovo la percezione occidentale della cultura non solo cinematografica indiana.
La rassegna "Visioni indiane. Dalla mitologia a Bollywood" è organizzata dall'Associazione Culturale Mnemosyne, attiva da anni nel campo della cultura, e promotrice della manifestazione "Asiaticafilmmediale. Incontri con il cinema asiatico" che si svolge a Roma dal 2000.

 

» Il programma della rassegna

 

» Ringraziamenti