IN PROGRAMMA
17 OTTOBRE 2018 > 20 GENNAIO 2019
vai alla mostra
ALLE SCUDERIE
informazioni prezzi e promozioni

Le Scuderie del Quirinale si trovano a Roma,
in via XXIV Maggio numero 16


Orari di apertura al pubblico
Da domenica a giovedì dalle 10.00 alle 20.00
Venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.30
L’ingresso è consentito fino a un’ora prima dell’orario di chiusura




Scopri
In una straordinaria selezione di capolavori artistici gli strettissimi legami politici e culturali intercorsi tra Italia e Spagna nel XVII secolo
Archivio
I visitatori possono utilizzare il proprio dispositivo mobile collegandosi al wifi gratuito delle Scuderie del Quirinale, e usufruire dell'audioguida della mostra
Come funziona
Mostre, eventi, appuntamenti... iscriviti e resta informato su tutte le iniziative delle Scuderie del Quirinale.
Puoi registrarti anche alla newsletter specifica per la didattica.
Voglio iscrivermi

Dal 7 settembre sono aperte le vendite per i laboratori riservati alle scuole e alle famiglie.

EVENTI E APPUNTAMENTI
Giovedì 15 novembre 2018, ore 18.00
Villa Medici
Gli amori degli dèi tra intrighi e incanti
Incontro con Piero Boitani
In collaborazione con Accademia di Francia a Roma - Villa Medici

Modello supremo di leggerezza, rapidità, esattezza e visibilità, le Metamorfosi di Ovidio intrigano e affascinano ancora oggi, duemila anni dopo la loro scrittura, grazie alla loro capacità di riadattarsi continuamente criteri interpretativi di epoche diverse. Dopo il successo di Dieci lezioni sui classici, titolo che nel 2017 ha rapidamente scalato le classifiche della saggistica, Piero Boitani ci racconta alcuni dei miti che hanno reso immortale il poeta romano sviscerandone le passioni che tutto muovono. Salpando dalle parole del proemio, Boitani naviga tra le suppliche di Dafne, il folle ardire di Fetonte e Icaro e veleggia verso l’innamoramento perduto di Eco e Narciso o quello bruciante di Piramo e Tisbe. Segue la crudele violenza che colpisce Atteone, Adone e Meleagro e si fa testimone della trasformazione di Arianna e di Ceice e Alcione per infine scivolare dolcemente sul discorso di Pitagora e approdare all’Ovidio esiliato che, celebrando Cesare e Augusto, in realtà racconta se stesso.

 
Ingresso libero fino ad esaurimento posti



 

per info
SOCIAL WALL